Image

DA RYNDAM A ROTTERDAM, COLPO DI SCENA PER HOLLAND AMERICA LINE

In piena estate ecco una notizia che stravolge e cambia il nome della prossima unità Holland America Line attualmente in costruzione presso Fincantieri stabilimento di Marghera.

A distanza di mesi dall’annuncio ufficiale in cui veniva annunciato il nome di Ryndam in questi giorni cambio di nome, la prossima ammiraglia terza nave della classe Pinnacle, dopo Koningsdam e Nieuw Statendam entrate in servizio rispettivamente a marzo 2016 e novembre 2018 si chiamerà Rotterdam.

Modificata anche la data di consegna e gli itinerari del debutto causa Covid-19, la prossima Rotterdam è attesa in servizio a fine luglio 2021, due mesi in più rispetto a quanto previsto in precedenza. La sua stagione inaugurale sarà alla scoperta del Nord Europa e del Mar Baltico con diverse crociere  in partenza dalla città di Amsterdam (Olanda).

I motivi di questo inatteso ed improvviso cambio nome sono da ricercare nella recente emergenza causata dal Covid-19, Holland America Line a seguito di una riorganizzazione della propria flotta ha ceduto 4 unità più anziane, tra queste l’attuale e stimata Rotterdam realizzata da Fincantieri nel 1997. Inoltre nella lunga storia della compagnia olandese,  vi è sempre stata una nave a portare il nome Rotterdam, la prima nave ad entrare in servizio per la compagnia aveva questo nome, ed infine la sede storica della compagnia era situata nella città olandese di Rotterdam, ecco alcune giustificazioni al cambio nome a nave già in costruzione.

Agli appassionati non sarà sfuggita un'altra curiosità, con la consegna nel 2021 della prossima ammiraglia Rotterdam, diventerà la nave numero “7” ad assumere questo nome. La nave Rotterdam V, nota al grande pubblico anche come “La Grand Dame” oggi continua ad essere apprezzata da tanti turisti e crocieristi essendo un hotel galleggiante con museo nella città di Rotterdam (Olanda). Questa storica unità ha iniziato ad intraprendere traversate transatlantiche con due classi di servizio, successivamente  è diventata una nave di classe unica ed ha navigato con i colori della compagnia olandese per 38 anni fino al 1997.

Anche la prossima Rotterdam come tutte le navi di Holland America Line batterà bandiera olandese, gli interni nave saranno  impreziositi e resi unici da opere d’arte realizzate da artisti olandesi ed internazionali  di fama mondiale. Tecnicamente come tutte le nuove costruzioni, a bordo saranno istallati dei moderni e tecnologici sistemi per ottimizzare l’efficienza energetica, ridurre al minimo l’impatto ambientale in pieno rispetto delle più recenti e severe norme in materia.

Quando nel 2021 entrerà in servizio Rotterdam sarà lunga 300 metri, avrà una stazza lorda di circa 99500 tonnellate e potrà accogliere nei suoi interni, caratterizzati da uno stile contemporaneo e raffinato come tutte le navi della compagnia, circa 2600 passeggeri in oltre 1340 cabine, di cui il 70% dotate di balcone privato sul mare. Il design degli interni è stato affidato al nuovo architetto della corporation, il designer Adam D. Tihany affiancato da Yran & Storbraaten, entrambi si ispireranno all’architettura della musica per la progettazione di numerose aree pubbliche di bordo.

Infine un ultimissima curiosità,  sarà la nave numero diciassette realizzata dall’italiana Fincantieri per la società armatrice, nonché terza unità della stessa classe realizzata nello stesso cantiere, quello di Marghera.

Leggi di più
Image

COSTA CROCIERE PRESENTA IL “COSTA SAFETY PROTOCOL”

A poche ore di distanza dal principale competitor (MSC Crociere) anche Costa Crociere presenta il proprio nuovo protocollo sanitario in attesa della ripartenza.

Un passo in avanti verso la ripartenza delle navi da crociera è stato fatto, ora si attende solo quello definitivo da parte del Ministero della Salute per consentire alle navi da crociera ed a quelle Costa di riprendere il mare.

Il nuovo protocollo sanitario sviluppato assieme ad un team di esperti scientifici indipendenti detto "Costa Safety Protocol", prevede una serie regole al fine di garantire una vacanza sicura a bordo delle navi Costa. Questo protocollo sanitario copre tutti gli aspetti della crociera, le escursioni a terra, l’assistenza medica e le operazioni di imbarco e sbarco nei porti. In questi giorni la compagnia genovese ha anche avviato l’iter al fine di conseguire una certificazione che esamina tutti gli aspetti di bordo (Biosafety Trust Certification), come i servizi alberghieri, le aree di ristorazione, le zone fitness, relax etc.

Tra le novità dedicate agli ospiti del nuovo Costa Safety Protocol, nuove disposizioni per effettuare il check-in prima dell’imbarco on line assieme ad un autocertificazione medica. Prevista la possibilità ancora più ampia di poter prenotare svariati servizi a bordo attraverso l’app dedicata MyCosta.

A bordo delle navi e nei terminal d’imbarco sono previsti dei controlli sanitari più rigidi, essi prevedono la misurazione della temperatura corporea per tutti gli ospiti, stessa operazione sarà ripetuta ogni volta che un ospite uscirà ed entrerà a bordo durante gli scali. Sempre a bordo delle navi saranno presenti dei dispositivi elettronici self service per controlli di temperatura ogni qualvolta desiderino gli ospiti. Le escursioni nelle località di scalo sono ora organizzate per gruppi ridotti di persone in bus rigorosamente sanificati prima e dopo l’impiego.

Per quello che riguarda la vita di bordo, ogni nave accoglierà meno ospiti rispetto alla capienza massima per garantire un'adeguata distanza ed evitare assembramenti. L'uso delle mascherine sarà obbligatorio negli ambienti interni, mentre in quelli esterni sarà richiesto in tutte le situazioni in cui non è possibile mantenere il distanziamento fisico, secondo le norme vigenti a terra.

L’intrattenimento è stato riprogrammato con più spettacoli al giorno per gruppi ridotti di ospiti, niente più buffet self-service ma tutto rigorosamente servito al tavolo dal personale Costa. Tutti i ponti, sia esterni che interni verranno puliti e sanificati con maggiore frequenza ed impiegando prodotti speciali, non mancheranno un maggior numero di dispenser sanificanti per mani in più punti della nave.

Previste infine ulteriori misure di controllo per gli equipaggi con screening preliminari per ogni dipendente nel proprio paese di origine, esso prevede due test con tampone per il COVID-19. Dopo l’arrivo in Italia i dipendenti saranno sottoposti ad un terzo test con tampone. Inoltre durante tutto il periodo di permanenza a bordo, le condizioni di salute saranno monitorate costantemente con controlli della temperatura effettati ogni giorno e test con tampone ogni 30 giorni.

Infine completano tutte queste attenzioni un assistenza medica garantita h24 per ospiti ed equipaggio, i medici di bordo disporranno di kit per effettuare tamponi e dispositivi diagnostici autorizzati dall’Unione Europea per la valutazione immediata dei casi sospetti di COVID-19. Previsto anche un piano d’emergenza per consentire assistenza, sbarco e rientro sicuro per gli ospiti confermati Covid-19.

Leggi di più
Image

MSC CROCIERE: DETTAGLI DEL PROTOCOLLO PER LA SALUTE E LA SICUREZZA

Non manca molto alla ripartenza delle navi da crociera in Italia, nei giorni scorsi il Governo ha rimosso un primo blocco, evitando alle compagnie un ennesima proroga di stop alle crociere. Tuttavia manca l’ultimo via libera da parte del Ministero della Salute, quello che consentirà alle navi di mollare gli ormeggi, ovvero l’approvazione del protocollo sanitario che indicherà le modalità di come i passeggeri potranno ritornare a bordo.

In attesa di questo “ok” definitivo MSC Crociere ha presentato i dettagli del suo “Protocollo per la Salute e la Sicurezza”. In questi mesi di stop alle crociere MSC ha lavorato duramente per realizzare un completo protocollo in grado di garantire la sicurezza dei suoi ospiti.

Tra le novità, viene introdotto un test universale COVID-19 per tutti gli ospiti e l'equipaggio prima dell'imbarco, escursioni sicure in ogni scalo organizzate esclusivamente dalla Compagni e una nuova assicurazione “Protection Plan MSC - Covid-19” per maggiore serenità dei passeggeri.

L’impiego complessivo di tutte queste misure ha come obiettivo la sicurezza degli ospiti ed equipaggi al fine di garantire una vacanza serena e sicura.

Quando arriverà il via libera partiranno MSC Grandiosa e MSC Magnifica per degli itinerari da 7 notti che prevedono scali in Grecia e Malta oltre a diversi porti italiani, dove le autorità hanno riaperto i porti alle navi da crociera ed approvato il “Protocollo per la Salute e la Sicurezza”. In questa fase di ripartenza a bordo delle navi saranno accolti solo ospiti residenti nei Paesi Schengen, durante tutta la durata della crociera sarà effettuato un monitoraggio continuo attraverso quotidiani controlli di temperatura corporea, al ritorno dalle escursioni a terra. A bordo saranno realizzate delle postazioni di monitoraggio sullo stato di salute di ospiti ed equipaggio.

Nuova procedura d’imbarco divisa in fasce orarie con check-in digitale, anche i terminal crociere beneficeranno degli stessi elevati standard previsti a bordo. Prima di salire in nave, tutti gli ospiti saranno sottoposti a un tampone COVID-19, un controllo della temperatura e a una verifica tramite un questionario sanitario che garantirà lo stato di salute dell’ospite e la sua idoneità alla crociera.

A bordo delle navi saranno incrementate le azioni igienico sanitarie e di pulizia con nuovi metodi ed attraverso l’utilizzo di prodotti disinfettanti di tipo ospedaliero oltre all'igienizzazione dell'aria di bordo con tecnologia UV-C che uccide il 99,97% dei microbi. Il distanziamento sociale sarà attuato con una riduzione della capacità totale degli ospiti a bordo, in questo modo ogni ospite avrà più spazio a disposizione.

Previsto anche un piano di emergenza in collaborazione con le autorità sanitarie nazionali in caso di individuazione di un caso sospetto. Il caso sospetto e i contatti più stretti seguiranno le misure di isolamento e potranno essere sbarcati secondo le norme locali e nazionali.

Le attività e gli intrattenimenti a bordo sono ora pensati per consentire la partecipazione in gruppi più ridotti, con gli ospiti che dovranno prenotare le attività in anticipo. Non mancheranno durante tutta la crociera, con eventi a tema, giochi coinvolgenti, talent show, fitness, danze e molto altro ancora.

Si potrà scendere dalle navi per andare in escursione, solo attraverso tour organizzati da MSC Crociere con gli stessi elevati standard di salute e sicurezza previsti a bordo. In questo modo ogni ospite potrà scoprire le località toccate dalla nave con elevati standard sanitari e igienici, anche i trasferimenti saranno sicuri presso i luoghi e siti archeologici grazie ad apposite aree riservate in esclusiva agli ospiti MSC Crociere.

Infine, a bordo delle navi ristoranti, bar e saloni assicureranno il distanziamento sociale, tutti i pasti e le bevande saranno serviti agli ospiti al loro tavolo. Al posto del self-service al buffet, gli ospiti potranno scegliere i piatti che desiderano e il cibo sarà impiattato e consegnato direttamente al tavolo per garantire il massimo livello di salute e di igiene. Per i più smart, possibilità di esperienza “contact less”, ovvero accedere ai menu del ristorante e del bar attraverso il proprio smartphone semplicemente scannerizzando un QR Code.

Leggi di più
Image

MSC & COSTA ATTENDO OK GOVERNO PER RIPARTENZA

Sono passati diversi mesi da quando il pericoloso Covid-19 ha colpito e costretto allo stop tutta l’Italia, nei mesi scorsi in modo graduale e con dei rigidi protocolli sanitari di volta in volta sono ripartite tutte le attività.

Quasi tutte, all’appello oltre a cinema e teatri ancora chiusi mancano le navi da crociera, un settore dell’ampio turismo che contribuisce con oltre 230 miliardi di euro al 13% del prodotto interno lordo nazionale e conta qualcosa come circa quattro milioni di addetti. Questo continuo stop forzato ha già portato al fallimento di piccole compagnie, alla dismissione precoce di navi ancora valide ed infine alla disoccupazione degli addetti primari e secondari coinvolti.

Consentire alle navi Costa e MSC di ripartire significherebbe riportare turisti presso alcuni dei porti italiani, specie quelli del mezzogiorno con enormi benefici per l’occupazione.

Il settore delle crociere include attraverso l’indotto aziende ed attività ferme da mesi, basti pensare alle agenzie marittime, servizi portuali, tour operators, vettori di autobus, guide, tassisti, ristoranti, il commercio in genere, ma anche siti archeologici, musei, ecc.

Dopo diversi mesi di studi le compagnie di navi da crociera hanno sviluppato dei protocolli sanitari rigidi, questo potrebbe consentire una ripartenza graduale delle navi e con esso tutto l’indotto collegato, tuttavia prima di questa ipotetica ripartenza prevista per il 15 agosto 2020 manca ancora l’Ok definitivo del Governo Italiano, il quale nel prossimo consiglio dei ministri si pronuncerà.


COSTA CROCIERE: il settore delle crociere nella sola Europa produce ricchezza per 48 miliardi di Euro, Costa in Italia grazie alla sua storica presenza genera un impatto di 3.5 miliardi di Euro ed occupa 17 mila lavoratori. Consentire ad una nave da crociera di ripartire vuol dire far ripartire tutta una filiera di aziende ed attività collegate. Dopo tanti mesi di stop ed al fine di salvaguardare tutti occorre subito l’Ok, dal momento in cui il decreto sarà firmato dal Governo ci vorranno 30 giorni prima che le navi siano operative nuovamente.

 

MSC CROCIERE: tutto pronto per ripartire in sicurezza, manca solo l’autorizzazione finale del Governo Italiano. In questi mesi di stop forzato alle crociere, MSC ha lavorato duramente per sviluppare un protocollo sanitario in grado di garantire la sicurezza sanitaria di ospiti ed equipaggi. Questo protocollo sanitario è stato già sottoposto ed approvato dal comitato tecnico scientifico che recepisce le normative europee degli Ue Healthy Gateways, ulteriormente potenziato da uno staff di esperti internazionali appositamente selezionati. Quando arriverà l’Ok la compagnia conta di armare due navi da posizionare in due zone differenti per degli itinerari alla scoperta delle località del Mediterraneo Occidentale e Mediterraneo Orientale. Con la ripartenza di queste due navi della flotta MSC ritornerebbero al lavoro circa 1000 marittimi italiani oltre a svariate aziende dell’indotto collegate.

Leggi di più
Image

MARDI GRAS TRA RITARDI E NOVITA’

Nelle scorse settimane è giunta la conferma che anche l’attesa grande fun ship Mardi Gras sarà consegnata nel 2021, con diversi mesi di ritardo rispetto a quanto previsto in precedenza.

Attualmente questa prima unità di Carnival Cruise Line alimentata con gas naturale liquefatto, con una stazza lorda di circa 180.000 tonnellate ed in grado di accogliere circa 5200 ospiti è in costruzione presso il cantiere finlandese Meyer Turku. Dopo la consegna di questa prima unità di classe XL, nel 2022 seguirà un unità gemella che celebrerà al meglio i primi cinquanta anni di attività dello storico brand.

Mardi Gras salvo cambiamenti causa Covid-19 sarà la prima unità alimentata con LNG della compagnia ad operare in Nord America, rientrando nel progetto delle Green Ships Carnival, una vera e propria innovazione che contribuirà a ridurre le emissioni nocive, salvaguardare l’ambiente e supportare gli ambiziosi obiettivi di sostenibilità della compagnia. Questa ecologica nave segue le sorti di altre nuove costruzioni del 2020, come MSC Virtuosa, Enchanted Princess, Odyssey of the Seas, debutterà solo all'inizio del 2021, annullate tutte le crociere inaugurali previste dal 14 novembre 2020 al 30 gennaio 2021.

Come più volte scritto, la scelta del nome Mardi Gras, è un omaggio  alla prima nave acquistata dal fondatore della compagnia Ted Arison negli anni 70.

In questi giorni sono state rilasciate delle interessanti foto che mostrano il progresso dei lavori a bordo da un punto di vista solamente esterno. Dalle foto si nota nei pressi del “funnel” l’istallazione del binario dove letteralmente correranno le prime montagne russe in mare della storia, l’intero percorso è  lungo circa 240 metri, tra curve, pendenze ripide con i riders che raggiungeranno una velocità di quasi 80 km/h. I “riders” che percorreranno i binari delle montagne russe hanno l’aspetto di un veicolo simile ad una moto con la particolarità di essere sospese a circa 60 metri sul livello del mare. Internamente dove l’occhio non può osservare, Carnival informa che tutte le circa 2600 cabine sono state istallate, incluse le circa 190 suite di varia tipologia. Proseguono gli allestimenti interni anche delle 6 aree tematiche distribuite in 20 ponti a disposizione degli ospiti. In particolare, sempre secondo le info comunicate sono alle fasi finali di allestimento Guy’s Pig & Anchor Smokehouse Brewhouse uno dei ristoranti di specialità dove gustare il meglio della cucina barbecue made by Guy Fieri insieme ad una birra artigianale prodotta direttamente a bordo. Sempre nella zona di poppa prende forma anche il French Quarter, dedicato nelle forme e nell’aspetto alla città di New Orleans, con bar, ristorante di  Emeril Lagasse oltre a luoghi dove poter ascoltare tanta musica jazz, ovviamente.

Non resta che attendere la ripresa delle crociere e l’arrivo di queste nuove navi cariche di interessanti novità.

Leggi di più
Image

WONDER OF THE SEAS IN RITARDO

La pandemia da covid-19 ha stravolto e fermato tutto il settore delle navi da crociera, alla lunga lista di nuove navi in costruzione che subiranno un ritardo si aggiunge Wonder of the Seas di Royal Caribbean.

Come molti appassionati ricordano, attualmente questa quinta unità di classe Oasis, è in costruzione presso il cantiere navale francese di Saint Nazaire, fino a prima della diffusione del pericoloso coronavirus per il suo debutto nel 2021 avrebbe dovuto essere la nave da crociera più grande al mondo e la prima della sua classe a navigare in Asia e nel Pacifico.

Per la gioia degli amanti delle grandi navi non sarà l’ultima, sarà seguita da una sesta unità nell’autunno del 2023 ed infine esiste l’opzione per una settima nel 2026. Come da tradizione Royal Caribbean, Wonder of the Seas avrà sicuramente quel qualcosa in più che la farà diventare la nuova nave dei record. Secondo alcuni rumors non confermati,  questa quinta nave avrà una stazza lorda vicina alle 231.000 tonnellate, circa 3.000 in più dell’attuale Symphony of the Seas. Oltre alla stazza lorda, aumenterà anche il numero della cabine disponibili, saranno 2857 per una capacità su base doppia di 5714 ospiti, circa 200 ospiti in più rispetto a quelli attualmente ospitabili sulla recente Symphony of the Seas entrata in servizio a marzo 2018.

Di questi giorni l’annuncio da parte di Royal Caribbean, oltre a confermare un ritardo nella consegna previsto ora a 2021 inoltrato non prevede di inviarla in Cina nel breve periodo.

La diffusione a livello globale del pericoloso virus noto come Covid-19 sta avendo un impatto devastante su tutto il settore del turismo ed in particolare per quello che riguarda le navi da crociera, ferme nei porti dallo scorso marzo e considerate un pericoloso veicolo del virus. L’interesse di Royal Caribbean resta quello di portare una delle navi da crociera più grandi al mondo in Cina, anche se al momento non viene indicato quando accadrà. Quando questa pandemia sarà sotto controllo e le navi potranno ripartire in sicurezza,  per gli analisti di casa Royal Caribbean l’economia cinese non avrà subito gravi danni causa epidemia e la richiesta del mercato per vacanze a bordo di navi da crociera non diminuirà. Anzi, essi ritengono che la clientela con le adeguate misure di sicurezza per istinto non rinunceranno alle vacanze, al proprio tempo libero, al relax anzi potrebbe anche esserci un aumento per questa tipologia di vacanza.

Non resta che attendere l’arrivo del 2021 ed i prossimi mesi per ulteriori novità, di sicuro la Classe Oasis di Royal Caribbean è stato un successo nel settore delle navi da crociera, con l’arrivo di Wonder of the Seas diventeranno 23 le navi nave prodotte presso gli storici Chantiers de l'Atlantique. Per ora nessuna anticipazione sulle dotazioni di bordo, ma sicuramente anche quest’ultima sarà divisa in sette quartieri tematici e troveranno collocazione tutte le maggiori e più importanti novità di casa Royal Caribbean come la recente suite detta Ultimate Family dedicata alle famiglie, una  Zip Line, 2 simulatori di surf FlowRider®, Ultimate Abyss ovvero lo scivolo che con i suoi 45 metri sopra il livello del mare è il più alto mai realizzato su una nave da crociera, un parco acquatico per divertirsi e tanto altro. Tra questi come non ricordare il Central Park (parco con 12.000 piante vere su cui si affacciano diversi locali), la Royal Promenade (cuore della vita di bordo), la pista di pattinaggio ed un intrattenimento di primo ordine con entusiasmanti spettacoli presso l’anfiteatro Acqua Theater, di giorno piscina, la sera palcoscenico per acrobazie e coreografie acquatiche.

Leggi di più
Image

COSTA FIRENZE IN EUROPA NEL 2021?

Costa Firenze è la nave gemella di Costa Venezia, realizzata da Fincantieri presso lo stabilimento di Monfalcone e inaugurata a Trieste il 1 marzo 2019.

Con una stazza di circa 135.500 tonnellate lorde e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Firenze e Costa Venezia sono e saranno le più grandi navi introdotte da Costa nel mercato cinese, dove la compagnia italiana ha debuttato nel 2006 ed è attualmente tra i leader. Fanno parte di un piano di espansione che comprende un totale di 7 nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre 6 miliardi di euro.

Come lo stesso nome annuncia, quest’ultima nave avrà degli interni ispirati alla città di Firenze, per una totale full immersion degli ospiti nella bellezza e nello stile italiano dei suoi vari aspetti della vita di bordo, dal design degli interni alla cucina, dall’intrattenimento all’ospitalità.

Se in un primo momento era stata smentita la possibilità per noi europei di poterla scoprire da vicino, la pandemia da Covid-19 ha rimescolato nuovamente tutto. Fino a prima della pandemia, Costa Firenze dopo la consegna della nave alla compagnia, avrebbe dovuto orientare la prua verso l’Asia “vuota” dove era attesa nel suo home port di Singapore in autunno 2020. La pandemia di Covid-19 ha stravolto tutto, come ben conosciamo i cantieri nei mesi scorsi hanno fermato temporaneamente le loro attività. Ritardi causati da blocchi a livello nazionali imposti dai governi e dai funzionari della sanità pubblica per arginare la diffusione del virus COVID-19.

Se pur lentamente, oggi la costruzione di Costa Firenze è ampiamente ripresa come le altre attività, tuttavia la nave come logica conseguenza subirà un ritardo che posticiperà la sua consegna a fine 2020 o inizio  2021, in  attesa anche della ripresa dell’attività delle crociere.

Secondo ultime indiscrezioni, Costa Firenze potrebbe temporaneamente sostituire Costa Toscana, anche quest’ultima in ritardo di qualche mese rispetto alla sua consegna prevista per l’estate 2021.

Costa Toscana, attualmente in costruzione presso il cantiere finlandese Meyer come l’unità gemella Costa Smeralda è una nave a basso impatto ambientale, frutto di un progetto congiunto con il capo gruppo Carnival in grado di fondere in unica nave innovazioni per l’ambiente e per il prodotto. Entrambe le unità sono progettate per offrire ai futuri ospiti un esperienza sensazionale, dove vi sarà un ampia impronta di tutto il meglio del Made in Italy. Anche gli ambienti interni di Costa Toscana saranno ispirati ad alcune note località italiane, oltre alla regione Toscana da cui riprende il nome. Secondo alcune anticipazioni, la futura Costa Toscana avrà degli interni particolari e diversi rispetto a quelli della gemella Costa Smeralda, per offrire qualcosa di innovativo.

L’idea sarebbe di impiegare temporaneamente Costa Firenze per crociere nel Mediterraneo Occidentale sugli stessi itinerari previsti per Costa Toscana in attesa di quest’ultima nel 2021. Successivamente Costa Firenze si trasferirà in Cina per la stagione inverale 2021-2022 e le stagioni di crociera 2022.

Non resta che attendere la ripresa delle crociere e le ultimi novità di casa Costa Crociere per scoprire quale sarà il futuro di questa nuova costruzione, augurandoci un graduale ritorno alla normalità senza troppe rinunce.

Leggi di più
Image

COSTA CROCIERE ASPETTANDO LA RIPRESA

Al momento tutte le navi Costa Crociere sono ferme in porto, nei giorni scorsi lo stop alle crociere è stato esteso fino al prossimo 15 agosto 2020.

Questa ennesima proroga è strettamente legata alle restrizioni sui movimenti delle persone a causa della pandemia da Covid-19 ed alla chiusura dei porti internazionali alle navi. A navi ferme si continua a lavorare assieme alle autorità preposte per stabilire dei nuovi protocolli sanitari in attesa della ripartenza appena possibile.

Ancora sospesa la questione sulle crociere di cabotaggio in Italia, nelle scorse settimane Costa Crociere aveva lanciato l’idea di ripartire con crociere nei soli porti italiani, per poterle effettuare occorre una modifica di legge, dato che Costa Crociere usufruisce degli sgravi fiscali previsti dal Registro Internazionale. Per effettuare crociere di cabotaggio dovrebbe iscriversi al Registro ordinario e rinunciare agli sgravi. Da qui la richiesta di una modifica di legge, in modo che consenta alla compagnia di mantenere gli sgravi e contemporaneamente aiuterebbero a ripartire,  riprendendosi  da questo terribile momento risparmiando costi elevati. Infine l’ultimo passaggio è quello presso la Sanità Marittima, cui spetta il definitivo via libera oppure un diniego. Secondo gli ultimissimi rumors, la politica italiana starebbe per approvare queste modifiche di legge per consentire alle navi di effettuare crociere di cabotaggio anche in Italia.

Con le recenti modifiche di legge le navi potrebbero iniziare ad istruire gli equipaggi per le prime crociere marittime, che molto probabilmente avranno partenza ed arrivo presso lo stesso porto, senza transiti, senza sbarchi di turisti da un porto all’altro.

In attesa della ripartenza, importanti cambiamenti dirigenziali sono avvenuti al fine di migliorare la propria attività ed organizzazione in attesa della ripresa delle crociere.

Nuova carica per l’impegnatissimo Michael Thamm, già Group CEO di Costa Group & Carnival Asia, il quale assume anche il ruolo di Direttore Generale.

Mario Zanetti assume l’incarico di Chief Commercial Officer di Costa Crociere con effetto immediato, la sua sede i lavoro sarà Genova, la città della Lanterna dove sarà responsabile di tutte le attività commerciali della Compagnia, riportando al CEO Michael Thamm. Contemporaneamente manterrà anche il ruolo di Direttore Generale di Costa Group Asia. A proposito di Mario Zanetti, negli ultimi due decenni ha contributo significativamente come Senior Executive all'interno di Costa Crociere. Ha ricoperto con successo posizioni chiave mostrando capacità imprenditoriali e di leadership. Nel suo ruolo di Direttore Generale di Costa Asia ha rafforzato la posizione di leadership della Compagnia in Asia attraverso lo sviluppo e l'implementazione di nuove strategie di business e il rinnovamento della flotta.

Infine, grande passo in avanti per Neil Palomba, il quale assumerà il ruolo di Executive Vice President e Chief Operations Officer di Carnival Cruise Line, tuttavia nei prossimi mesi continuerà a supervisionare la ripresa delle attività di Costa per garantire una transizione fluida e al tempo stesso assumere le nuove responsabilità. 

Leggi di più
Image

ODYSSEY OF THE SEAS RINVIATA AL 2021

Dopo un altro incendio a bordo arriva la conferma ufficiale da parte di Royal Caribbean, Odyssey o f the Seas consegnata ad aprile 2021.

Quest’ultimo incendio pare abbia danneggiato anche le strutture dello stesso cantiere oltre la nave in costruzione. Tuttavia la colpa di questo ritardo non è solo del fuoco, il pericoloso Covid-19 ha avuto e continua ad avere effetti pericolosi in ogni angolo del mondo creando non pochi grattacapi agli addetti alla costruzione di questa unità, ragion per cui la consegna è stata posticipata ad aprile 2021.

Per una notizia negativa come quella del suo ritardo eccone una positiva, Royal Caribbean ha confermato la stagione estiva inaugurale europea di Odyssey of the Seas, il suo home port sarà il porto italiano di Civitavecchia, diventando la prima nave di classe Quantum Ultra a navigare in Europa con itinerari alla scoperta delle più belle località di Grecia e Turchia su tutte. Non appena terminerà il bel tempo in Europa, Odyssey of the Seas orienterà la prua sugli Usa dove è attesa a novembre 2021 per dei probabili itinerari alla scoperta delle più belle località dei Caraibi.

Cosa troveremo a bordo di questa seconda unità di classe Quantum Ultra? Tantissime novità, su tutte svetta un inedito ponte lido, viene sbandierato come tra i più completi della flotta, ampio due livelli disporrà di tante opzioni per l’intrattenimento ed il ristoro, inoltre troveranno posto quattro vasche idromassaggio, due piscine, il tutto circondato da numerose casitas e amache ombreggiate per il relax degli ospiti.

Gustosa e ricca di spunti sarà la ristorazione offerta a bordo, non mancherà un ristorante Teppanyaki, dedicato alla scoperta di autentici sapori orientali vedrà abili cuochi preparare al momento  tra peripezie ed acrobazie ottimi pasti. Per noi italiani molto interessante sarà provare quanto la cucina proposta da Giovanni’s Italian Kitchen & Wine Bar,  sia un autentica e tipica. Trattasi di una trattoria italiana dove si cucinano piatti della tradizione con un tocco di innovazione ed un ampio assortimento di salumi nostrani accompagnati da ottimi vini e liquori tutti rigorosamente made in Italy. Completano la ricca offerta gastronomica di Odyssey of the Seas uno dei ristoranti tra i più apprezzati della flotta Royal Caribbean,  Izumi, specializzato in sushi e sashimi, l’immancabile steakhouse Chops’ Grill ed infine la fantasiosa e magica cucina di Wonderland.

Per una delle navi più smart della flotta ecco un intrattenimento high-tech, con artisti di talento, tanta tecnologia ed effetti speciali senza eguali. L’ampio salone di poppa detto Two70 dispone di panoramiche vedute a 270 gradi sull’oceano, trasformabili in uno schermo largo 41 metri e largo 7. Di sera l’iconico teatro di poppa diventa multidimensionale grazie a sei Roboscreen che si animano assieme alla musica, effetti speciali, performance di artisti e musicisti. Non mancherà la possibilità di bere un cocktail realizzato dai bartender robotizzati del Bionic Bar!

Completano la dotazione di bordo di Odyssey of the Seas  alcuni must, come il FlowRider, il simulatore di caduta libera RipCord by iFly, una parete di arrampicata alta 12 metri ed il nuovissimo SkyPad, ovvero un trampolino elastico che grazie al visore di realtà virtuale, proietta l’ospite in luoghi e pianeti lontani. 

Leggi di più
Image

MSC EUROPA: CERIMONIA DELLA MONETA A SAINT-NAZAIRE

Dopo un periodo poco felice per le crociere causato dal Covid-19, ecco una lieta news per la compagnia MSC Crociere.

Nei giorni scorsi è stata celebrata presso i cantieri navali francesi di  Saint-Nazaire, la tradizionale “Coin Ceremony” per MSC Europa, prima nave di MSC Crociere alimentata a GNL (Gas Naturale Liquefatto).

Questa prima nave di classe World il cui nome è MSC Europa, consegna prevista nel 2022 avrà una stazza lorda di circa 205.000 tonnellate, sarà lunga 333 metri, larga 47 metri e cose importante, sarà alimentata a gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più ecologico al momento, riducendo le emissioni nocive emesse al minimo. Questa nuova ecologica nave da crociera, prima della sua classe avrà un aspetto originale e fuori dagli schemi ed un numero importante di cabine con balcone. Altra caratteristica che la contraddistinguerà sarà la sua prua, perpendicolare al mare. Al di sotto della prua troverà collocazione un rivoluzionario bulbo detto G-bow , collocato a 90° rispetto la superficie dell’acqua, il quale assieme alla forma della prua contribuirà a migliorare stabilità e l’idrodinamica a tutto vantaggio del comfort degli ospiti.

MSC Europa disporrà di un nuovo sistema dalla potenza di 50 kilowatt che incorpora la tecnologia delle celle a combustibile a ossido solido (SOFC) per la conversione dell’energia chimica del GNL in elettricità e calore. È la prima volta che una nave da crociera utilizza celle a combustibile alimentate a GNL. Ciò consentirà di ridurre ulteriormente le emissioni di gas serra di circa il 30% rispetto a un motore GNL convenzionale, senza emissioni di ossidi di azoto, ossidi di zolfo o particelle sottili. Questa soluzione offre anche il vantaggio di essere compatibile sia con il GNL, che con altri carburanti a basse emissioni di carbonio. Infine, non mancherà a bordo un moderno sistema per il trattamento delle acque reflue in grado di superare alcuni dei più rigidi severi standard normativi del mondo.

Madrine della cerimonia sono state la piccola Zoe Africa Vago (figlia di Alexa Aponte-Vago e dell’Executive Chairman di MSC Cruises Pierfrancesco Vago) e Aurore Bezard, del Dipartimento Risorse Umane di Chantiers de I'Atlantique, in rappresentanza rispettivamente dell'armatore e del costruttore. La coin ceremony consiste nell’inserire, nel rispetto della tradizione marittima, delle monete portafortuna sotto la chiglia che resteranno in questa posizione fino al completamento della nave, su molte navi della flotta MSC Crociere sono ben visibili.

Con l’avanzare della costruzione di MSC Europa,  MSC Crociere conferma il suo impegno nel settore per realizzare navi rispettose dell’ambiente consentendo di riflesso all’industria crocieristica, di posizionarsi come leader mondiale nello sviluppo di tecnologie di ultima generazione ecologiche. Dallo scorso 1° gennaio 2020 MSC Crociere è diventata la prima grande compagnia di crociere “CO2 neutral” decidendo di compensare tutte le emissioni di CO2 prodotte dalla flotta attraverso il sostegno di progetti per l’ambiente. Anche le più avanzate tecnologie ambientali disponibili non sono sufficienti a raggiungere l’obiettivo “impatto zero”, ecco perché MSC Crociere continua a lavorare ed impegnarsi per minimizzare e ridurre costantemente le emissioni attraverso investimenti continuativi per lo sviluppo di soluzioni energetiche e tecnologie ambientali sempre nuove.

Attualmente presso lo stesso cantiere francese di Saint-Nazaire è in costruzione MSC Virtuosa, la quale a causa del Covid-19 ha subito un ritardo e potrà farsi ammirare solo nel 2021. Nonostante lo stop forzato alle crociere prosegue il ricco piano d’investimenti varato dalla compagnia  ed allunga la partnership con il cantiere francese iniziata nel lontano 2003 con MSC Opera, che ha visto consegnare all’armatore 15 navi da crociera fino ad oggi e altre nuove navi nasceranno a Saint-Nazaire nei prossimi dieci anni.

Leggi di più