Una classe Quantum ultra in Europa?


Una classe Quantum ultra in Europa?

Data : 25-01-2019

Autore : Mirko Metitiero

Tra il ricco calendario di eventi che caratterizzerà la compagnia Royal Caribbean, un interessante novità potrebbe far la gioia di numerosi crocieristi alla ricerca di qualcosa di nuovo.

La compagnia oltre ad avere in programma l’ambizioso progetto di replicare in altre parti del globo l’esperienza di un isola privata tipo quella attuale di CocoCay alle Bahamas, secondo indiscrezioni vorrebbe posizionare in Europa la sua prossima seconda unità di classe Quantum Ultra.

Attualmente la prima nave di classe Quantum Ultra è in costruzione presso il cantiere tedesco Meyer Werft di Papenburg (Germania), si chiamerà Spectrum of the Seas e debutterà nella primavera del 2019.

Tuttavia, effettuerà solo un breve transito in Europa poiché è stata realizzata con delle specifiche caratteristiche per piacere al remunerativo mercato asiatico che la vedrà protagonista. Forte di una stazza lorda di circa 168.000 tonnellate, rientra tra le 5 più grandi navi da crociera al mondo.

Come le navi della precedente classe Quantum, non mancheranno innovazioni tecnologiche e novità che le consentiranno di fregiarsi dell’appellativo di “smart ship”. Ad esempio a bordo di questa nuova classe di navi l’atavica scheda magnetica che apre le porte delle cabine è sostituita da un colorato braccialetto con tecnologia RFID, con un semplice tocco, consente di orientarsi sulla nave, effettuare acquisti a bordo, aprire la porta della cabina e tanto altro ancora. Altra peculiarità molto gradita è rappresentata dal balcone virtuale presente nelle cabine interne, un grande schermo a LED da 80 pollici diffonde in tempo reale tutto quello che accade intorno alla nave. Infine a bordo non mancheranno alcune delle attrazioni più popolari del brand americano come il Bionic Bar, il simulatore RipCord by iFLY e l’originale SeaPlex che cambia aspetto durante il giorno,  da pista di autoscontro a una pista di pattinaggio, scuola circense oppure un campo da basket. Come non ricordare la presenza a bordo dell’originale capsula in vetro  North Star raggiunge un’altezza di 90 metri  sopra il livello del mare,  girando verso l’alto e su se stessa, regala nei suoi 10 minuti circa, una vista inimmaginabile a 360°, aperta in determinati orari quasi tutto il giorno in porto quanto in navigazione è qualcosa di unico.

Per la prima volta questa classe di navi disporrà di una zona dedicata alle suite, situata a prua della nave tra i ponti 13 e 16, dove ci saranno anche le sensazionali luxury suite Golden e Silver. Grazie ad speciale keycard gli ospiti avranno un ascensore privato, ristorante e lounge esclusivi, oltre a una serie di servizi accessori come The Balcony, un sundeck privato dove rilassarsi.

Direttamente dalle navi da crociera più grandi del mondo, per la prima volta saranno disponibili a bordo le

Ultimate Family Suite, una super cabina di 260 mq su due livelli, che può ospitare fino a 11 persone.

Nondimeno la vera novità per noi crocieristi europei è rappresentata dalla possibilità, secondo indiscrezioni non confermate, di vedere finalmente da vicino una nave di classe Quantum Ultra. Questa seconda unità, ancora senza nome ed attesa in autunno 2020 dovrebbe essere posizionata in Europa, in Inghilterra per la precisione. Di sicuro nei piani del colosso americano delle crociere, questa seconda unità di classe Quantum Ultra non andrà in Asia.

Image


Altre notizie dal Blog