PSICOSI CORONAVIRUS: RESPINTA MSC MERAVIGLIA AI CARAIBI


PSICOSI CORONAVIRUS: RESPINTA MSC MERAVIGLIA AI CARAIBI

Data : 28-02-2020

Autore : Mirko Metitiero

Purtroppo sono sempre in aumento di giorno in giorno i casi legati al minaccioso Coronavirus, in questi giorni l’Italia sta tristemente diventando lo Stato estero più colpito dopo la Cina. Al momento in Italia sono 822 i contagiati per il Coronavirus, il numero include anche le 21 vittime e  pazienti guariti. Il focolaio principale resta il nord, nello specifico la regione Lombardia, ma purtroppo i casi si stanno moltiplicando anche in altre regioni.  Il settore del turismo sta attraversando un momento delicato, diverse compagnie aeree di giorno in giorno riducono i voli da e per gli aeroporti del  nord Italia, così come aumentano gli Stati esteri che non consentono l’ingresso ai cittadini italiani nei loro confini per paura di eventuali contagi.

Le navi da crociera hanno introdotto diverse misure preventive nelle fasi precedenti l’imbarco ed a bordo, tuttavia questo non ha impedito diversi grattacapi agli ospiti di MSC Meraviglia.

Nello specifico MSC Crociere prevede per gli ospiti di tutte le nazionalità la compilazione di un questionario prima dell’imbarco. Tutti coloro che hanno viaggiato dalla Cina continentale, Hong Kong o Macao o che hanno visitato le suddette aree geografiche negli ultimi 30 giorni verrà negato l’imbarco.  In tutto il mondo, prima dell’imbarco di ogni crociera operata da MSC Crociere, verranno effettuate scansioni termiche no touch obbligatorie a tutti gli ospiti. Alle persone che manifestano sintomi di malattia come febbre (?38 C°/100,4 F°) o stato febbrile, brividi, tosse o difficoltà respiratorie verrà negato l’imbarco. Gli equipaggi a bordo delle navi sono accuratamente addestrati e attua tutti i protocolli di salute e sicurezza necessari.

Purtroppo tutte queste cautele non bastano, in questi giorni complice una certa campagna mediatica non veritiera, tutti gli italiani ed il nostro Paese sono considerati pericolosi, portatori del temuto virus. Alla luce di questi eventi, nei giorni scorsi è stato negato l’attracco in porto alla nave MSC Meraviglia in ben 2 porti dei Caraibi (isole Cayman e Giamaica). Prima dello sbarco dalla nave sono state fornite cartelle cliniche dettagliate alle autorità preposte alla tutela della salute, inoltre come da recente prassi tutti gli ospiti e l'equipaggio di MSC Meraviglia sono stati sottoposti a screening individuale al momento dell'imbarco, approfondendo sia lo storico dei loro viaggi che le condizioni di salute. Tutti questi accorgimenti non sono stati sufficienti, la paura di contagio ha vinto e la nave è stata respinta. Dopo due giorni di navigazione, in seguito una lunga trattativa e controlli serrati MSC Meraviglia ha potuto effettuare lo scalo programmato in Messico, dove un gruppo di locali ha manifestato contro lo sbarco degli ospiti per il solito timore di contagio.

MSC Crociere informa che attualmente nessun caso di virus COVID-19 (Coronavirus) è stato segnalato a bordo di MSC Meraviglia o di qualsiasi altra nave della flotta di MSC Crociere.

Terminato lo scalo messicano, MSC Meraviglia  rientrerà al suo home port di Miami in Florida  domenica 1 marzo, a seguito dei mancati scali MSC Crociere rimborserà a tutti i 4850 ospiti a bordo il 100% del prezzo della crociera.

Image

Altre notizie dal Blog