Primo rifornimento francese per Costa Smeralda


Primo rifornimento francese per Costa Smeralda

Data : 16-05-2020

Autore : Mirko Metitiero

Prima della diffusione della pandemia di coronavirus, Costa Smeralda nuova ammiraglia della compagnia Costa Crociere era impegnata in un itinerario dalla durata di una settimana nel Mediterraneo occidentale, con scali a Savona, Marsiglia (Francia), Barcellona e Palma di Maiorca (Spagna), Civitavecchia/Roma e La Spezia.

Come tutte le navi da crociera anche Costa Smeralda si è fermata, dopo aver parzialmente concluso il suo itinerario ha trovato ormeggio nel porto di Marsiglia (Francia) dove attende di ripartire.

Costa Smeralda si caratterizza per essere la prima nave della flotta Costa ad essere alimentata in navigazione quanto in porto da gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile a basso impatto ambientale. Grazie alla sua alimentazione particolarmente ecologica, è stata premiata dal RINA (società di certificazione internazionale) con il Green Plus, riconoscimento per il più alto livello di rispetto ambientale di una nave. Questa nuova ed ecologica nave da crociera alimentata con LNG non resterà unica, per il futuro sono previsti investimenti nella costruzione di ben cinque nuove navi alimentate con LNG, tra cui l’unità gemella Costa Toscana, attualmente in costruzione presso il cantiere finlandese Meyer Turku. Come molti ricordano, Costa Smeralda rientra in  un programma di espansione che comprende un totale di sette nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre sei miliardi di euro.

Costa Smeralda può tranquillamente candidarsi a diventare ambasciatrice dell’eccellenza italiana e delle tecnologie sostenibili, anche se per pochi mesi, numerosi clienti hanno già apprezzato i suoi interni. Essi sono un omaggio al paese Italia, nati dal genio creativo del nuovo architetto della Corporation Carnival Adam D. Tihany, con l’obiettivo di esaltare e far vivere in un’unica location il meglio del Paese. Non a caso arredamento, illuminazione, tessuti e accessori, di serie o disegnati appositamente per la nuova ammiraglia sono stati realizzati da quindici partner altamente rappresentativi dell’eccellenza italiana e tutti ovviamente Made in Italy.

In tempi antecedenti la pandemia, come da programma della compagnia, quando il servizio di crociera era regolare Costa Smeralda veniva rifornita di gas naturale liquefatto (LNG) durante la sosta nel porto di Barcellona (Spagna). Una scelta non a caso, Barcellona (Spagna) è la città scelta da Carnival Corporation (che controlla anche i brand Costa ed AIDA) come base per il rifornimento di LNG delle proprie unità europee. L’operazione di rifornimento viene effettuata attraverso l’impiego di una piccola nave cisterna, dalla quale si provvederà a rifornire i tre serbatoi di Costa Smeralda con un totale di circa 3.200 metri cubi di LNG. Questi serbatoi sono costruiti con speciali acciai detti criogenici, rivestiti con particolari materiali isolanti e collocati in zone protette.

Nei giorni scorsi, Costa Smeralda ha ricevuto il suo primo rifornimento di LNG nel porto di Marsiglia (Francia), la minuscola (rispetto all’ammiraglia italiana) nave cisterna "Coral Methane" ha rifornito i tre serbatoi, sotto il  prudente controllo della capitaneria di porto ed un’unità dei vigili del fuoco.

A titolo informativo, con un rifornimento completo di LNG Costa Smeralda può operare per almeno due settimane a pieno regime, non resta che attendere la tanto attesa ripartenza.

 

Image

Altre notizie dal Blog