COSTA SMERALDA SUPERA CON SUCCESSO I TEST CON LA PROPULSIONE A LNG


COSTA SMERALDA SUPERA CON SUCCESSO I TEST CON LA PROPULSIONE A LNG

Data : 28-11-2019

Autore : Mirko Metitiero

Dopo la prima sessione di prove in mare di ottobre, Costa Smeralda nei giorni scorsi ha nuovamente mollato gli ormeggi del cantiere Meyer di Turku (Finlandia) e intrapreso una nuova sessione di prove in mare (sea trials). Durante questa seconda sessione di prove in mare l’ammiraglia di Costa Crociere ha impiegato come combustibile il gas naturale liquefatto, sua ecologica caratteristica che le consente di navigare emettendo meno emissioni nocive in atmosfera.

L’utilizzo del gas naturale liquefatto come combustibile per produrre energia a bordo di Costa Smeralda, consente di ridurre le emissioni di ossidi di zolfo, particolato, ossido di azoto e di CO2. Con l’imminente debutto di questa seconda eco unità, ancora una volta il gruppo Carnival Corporation si conferma pioniere nel settore per l’impiego di carburanti alternativi, sostenendo gli obiettivi di sostenibilità della società mondiale. Questa nuova classe di navi di cui fa parte l’ammiraglia italiana è detta Helios, hanno caratteristiche comuni come una stazza lorda di circa 180 mila tonnellate e potranno ospitare 5.200 passeggeri, ogni unità avrà delle caratteristiche uniche che le caratterizzeranno.

Quando a breve debutterà, Costa Smeralda sarà la seconda nave da crociere al mondo, dopo AIDAnova, ad utilizzare il gas naturale liquefatto come combustibile sia in porto che in navigazione. Non solo un alimentazione ecologica, a bordo non mancano soluzioni per ridurre l’impatto ambientale della nave, il consumo energetico sarà massimizzato attraverso l’impiego di luci a LED, sarà recuperato il calore prodotto dai motori. Inoltre dal punto di vista tecnico sono state adottate ulteriori soluzioni come una particolare forma dello scafo disegnata per ridurre sensibilmente l’attrito con l’acqua, ascensori di nuova generazione progettati per recuperare l'energia impiegata durante il servizio ed impiegarla per altre funzioni.

Da un punto di vista strettamente pratico, a bordo di Costa Smeralda si è lavorato per ridurre al minimo l’impiego di plastica monouso nella ristorazione quanto nel hotellerie attraverso l’impiego di materiali alternativi e biodegradabili.  Anche se questa prossima nuova unità prosegue il focus sul tema del cibo, con il programma 4GOOFOOD dedicato alla riduzione degli sprechi alimentari e al recupero delle eccedenze per fini sociali, con la novità del Ristorante LAB-Laboratorio del Gusto, per coinvolgere gli ospiti in maniera divertente nell’ambito della sostenibilità alimentare.

Infine, dopo aver concluso questa seconda sessione di prove in mare, la futura ammiraglia ha fatto rientro in cantiere a Turku (Finlandia) dove si lavora per completare l’allestimento degli interni. Salvo clamorosi imprevisti, la prima crociera in programma partirà da Savona il 21 dicembre 2019, per un classico itinerario alla scoperta del Mediterraneo Occidentale che ripeterà sino al 16 maggio 2020, con scali a Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Civitavecchia (giovedì) e La Spezia (venerdì) e Savona.

Non resta che attendere il debutto di questa eco nave da crociera che rappresenterà l’emblema del made in Italy nei mari.

Image

Altre notizie dal Blog