Coronavirus spaventa le crociere


Coronavirus spaventa le crociere

Data : 02-02-2020

Autore : Mirko Metitiero

Aumentano di giorno in giorno i casi legati al minaccioso coronavirus, in Cina sono circa 14.300 le persone contagiate, con ulteriori nuovi casi confermati di ora in ora. In base agli aggiornamenti quotidiani, il totale di persone decedute dopo aver contratto questo virus sono 304, tuttavia ci sono anche diverse persone guarite, ben 328. Una vera e propria epidemia mondiale che ha creato diversi grattacapi alle principali compagnie di navi da crociera, principalmente in Cina e non solo. A seguito della rapida diffusione del virus, vi è stata una corsa nel sospendere le crociere in partenza dalle principali città cinesi, il più colpito dal virus.

Con l’obiettivo di garantire la sicurezza di passeggeri ed equipaggi, oltre a cercare di arginare la diffusione del coronavirus, Costa Crociere, MSC, Royal Caribbean ed alcune compagnie cinesi come Genting Cruise hanno immediatamente sospeso le operazioni di crociera nella Cina continentale.

MSC Crociere ha cancellato le 3 minicrociere in partenza da Shanghai a bordo di MSC Splendida, in questi giorni l’unità andrà a riposizionarsi a Singapore, porto dal quale partirà alla volta di una lunga crociera detta “Grand Voyage” di 27 notti verso Dubai il prossimo 14 febbraio.  A bordo non è stato registrato nessun caso di contagio né tra i passeggieri né tra l’equipaggio, il riposizionamento è solo una forma di cautela. Come accade in questi casi, tutti i passeggeri prenotati per questa crociera, riceveranno assistenza e tutte quelle escursioni pagate in anticipo saranno annullate a seguito dell’aggiornamento del nuovo itinerario e rimborsate sul conto di bordo della nave del cliente. MSC Splendida è attesa  a Singapore giovedì 13 febbraio e gli ospiti potranno salire a bordo della nave a partire dalle 18:00 (ora locale) in attesa della partenza del “Grand Voyage” fissata per venerdì 14 febbraio alle 23.00 (ora locale).

Costa Crociere e la sua divisione Costa Asia ha annullato diverse crociere a bordo delle sue navi posizionate in Cina,  oltre ad aver previsto un rimborso totale per tutte le crociere annullare, oppure una data di partenza alternativa entro la fine dell’anno assieme ad un credito di bordo di $ 50 omaggio. Accorgimenti anche per le unità posizionate in Europa, dove a seguito dei continui “allert” diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la compagnia ha rafforzato le misure precauzionali da applicare per garantire il massimo della sicurezza per ospiti ed equipaggi. Sulla base di questi presupposti, si è deciso di vietare l’imbarco a bordo delle navi Costa ad ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità, che abbiano viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale negli ultimi 14 giorni. Introdotto anche un questionario medico da sottoporre ai passeggeri imbarcanti, specifici controlli pre-imbarco da parte del personale medico, compresi i controlli della temperatura per le persone che palesano sintomi (respiratori o febbrili). Dopo questi screening  nelle aree di imbarco, il personale medico di bordo, potrà decidere se consentire o meno l’imbarco. La compagnie genovese ricorda a tutti i suoi ospiti e non, come tutte le navi della flotta siano dotate di strutture mediche con personale dedicato disponibile H24, oltre a disporre di un supporto  da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Non a caso, il settore delle navi da crociera è tra i più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.

Image

Altre notizie dal Blog