NAVI DA CROCIERA SI TRASFORMANO IN OSPEDALI


NAVI DA CROCIERA SI TRASFORMANO IN OSPEDALI

Data : 20-03-2020

Autore : Mirko Metitiero

La quasi totalità  delle compagnie di navi da crociera hanno optato per uno stop volontario di circa un mese per cercare di arginare la diffusione del pericoloso coronavirus, in questi giorni gli equipaggi si sono impegnati duramente per riportare le navi in porto per far sbarcare gli ospiti con la massima sicurezza. Con la diffusione a livello mondiale del virus COVID-19 nessuno Stato sembra essere esente, i passeggeri sono stati fatti rientrare, parte dell’equipaggio è tornata a casa, altri rimarranno a bordo a lavorare nonostante tutto ed in attesa di buone notizie.

Il gruppo Carnival Corporation è sicuramente tra quelli con il maggior numero di navi, al momento tutte le navi del capogruppo sono ferme in vari porti degli USA come Miami, Fort Lauderdale solo per citare i più noti.

In questi giorni di fermo e di emergenza, Carnival Corporation ha comunicato ufficialmente la disponibilità delle proprie navi all’impiego temporaneo come ospedali per l’accoglienza di pazienti non COVID-19, liberando posti letto negli ospedali della terraferma impegnati a curare tutti i casi di coronavirus. Le autorità interessante dovrebbero solo accollarsi i costi essenziali delle operazioni navali in porto, quali tasse portuali di stazionamento, conferimento rifiuti, approvvigionamento acqua, combustibile elettrogeni etc.

Le navi da crociera possono essere rapidamente predisposte per fungere da ospedali temporanei, potrebbero accogliere un massimo di 1.000 convalescenti per nave o curare pazienti in condizioni meno critiche, non COVID-19.  Inoltre essendo tecnologicamente avanzate, non dovrebbe essere difficile collegare tutti quei remoti sistemi di monitoraggio dei pazienti attraverso la rete ad alta velocità della nave, fornendo funzionalità di monitoraggio cardiaco, respiratorio, di saturazione di ossigeno e video. Alcune navi dhanno fino a sette posti di terapia intensiva (ICU) nel centro medico di bordo,  dotato di monitoraggio cardiaco, ventilatori e altri dispositivi medici chiave. Infine, le cabine dispongono tutte di un  bagno privato, balconi privati ??con accesso al sole e all'aria aperta, nonché capacità di isolamento, se necessario. Il gruppo Carnival Corporation ha reso disponibili tutte le navi dei suoi 9 brand a tutti gli Stati del mondo non solo agli USA.

In Italia abbiamo giocato d’anticipo, dopo alcuni giorni di lavori in questi giorni il traghetto Splendid della compagnia GNV (Gruppo MSC Crociere) è stato modificato a tempo di record e reso disponibile alla Regione Liguria. A bordo del traghetto Splendid sono disponibili 25 cabine singole in grado di accogliere pazienti che hanno superato la fase acuta del Covid-19, dimessi ma che devono passare la convalescenza isolati. In questa prima fase, il solo ponte 7 del traghetto ha ricevuto modifiche per accogliere i degenti, tuttavia in caso di emergenza anche altri ponti potrebbero essere utilizzati. Questo progetto è frutto della collaborazione tra MSC Crociere, Regione Liguria e Rina in coordinamento con il Sistema Sanitario Ligure e Protezione Civile.

A bordo del primo traghetto-ospedale oltre al personale marittimo trovano posto medici, infermieri, operatori e assistenti sanitari ed un attrezzata infermeria con posti letto e strumentazione di primo soccorso. A tutta questa dotazione si aggiunge un eliporto e la possibilità di utilizzare il garage per accogliere dei moduli di rianimazione e terapia intensiva.

Image

Altre notizie dal Blog