COSTA SMERALDA ENTRA IN SERVIZIO


COSTA SMERALDA ENTRA IN SERVIZIO

Data : 20-12-2019

Autore : Mirko Metitiero

L’attesissima Costa Smeralda entra ufficialmente in servizio, prima nave della flotta Costa ad essere alimentata in navigazione quanto in porto da gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile a basso impatto ambientale. Grazie alla sua alimentazione particolarmente ecologica, è stata premiata dal RINA (società di certificazione internazionale) con il Green Plus, riconoscimento per il più alto livello di rispetto ambientale di una nave. Il Green Plus prende in considerazione tutti i principali fattori ambientali, per ognuno dei quali prevede requisiti massimi di tutela e prevenzione (olio dai macchinari, acque nere, acque grigie, rifiuti, acqua di zavorra, sostanze dannose per l’ozono, gas serra, ossidi di azoto, ossidi di zolfo, CO2, particolato, materiali pericolosi). Tale importante riconoscimento oltre a premiare il rispetto dei più alti standard di sostenibilità ambientale, riconosce la validità delle soluzioni progettuali nonché delle procedure operative messe in atto volontariamente dalla compagnia.

Con l'esordio di questa nuova ed ecologica nave da crociera alimentata con LNG, il Gruppo Costa diventa tra le prime compagnie a puntare su questa moderna tecnologia, non resterà unica, per il futuro sono previsti investimenti nella costruzione di ben cinque nuove navi alimentate con LNG, tra cui l’unità gemella Costa Toscana. Come molti ricordano, Costa Smeralda rientra in  un programma di espansione che comprende un totale di sette nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre sei miliardi di euro. Con Costa Smeralda e successivamente di Costa Toscana sono previste circa 450 nuove assunzioni di personale italiano nel settore dell’accoglienza a bordo in Italia nel 2020, con margini di crescita dell’impatto economico generato in Italia. Non solo, secondo alcune previsioni crescerà anche la spesa sostenuta direttamente dagli ospiti nei vari scali della crociera, pari ad un valore medio di 74,60 euro a passeggero in ogni porto europeo toccato dalle navi della compagnia. Basti pensare che nella sola Savona, home-port per tutta la stagione inaugurale 2020 di Costa Smeralda sono previsti qualcosa come 900.000 passeggeri, circa il 30% in più rispetto all’anno 2019.

Abitualmente il rifornimento di gas naturale liquefatto (LNG) sarà effettuato durante la sosta nel porto di Barcellona (Spagna). La città catalana è stata scelta da Carnival Corporation (che controlla anche i brand Costa ed AIDA) come base per il rifornimento di LNG delle proprie unità. Alla nave si affiancherà una piccola nave cisterna, dalla quale si provvederà a rifornire i tre serbatoi di con un totale di circa 3.200 metri cubi di LNG. Questi serbatoi sono costruiti con speciali acciai detti criogenici, rivestiti con particolari materiali isolanti e collocati in zone protette. Con un rifornimento completo di LNG Costa Smeralda può operare per almeno due settimane, autonomia che varia a seconda della velocità di navigazione.

Gli interni di Costa Smeralda sono stati pensati dal nuovo architetto della Corporation Adam D. Tihany, con l’obiettivo di esaltare e far vivere in un unica location agli ospiti, il meglio dell’Italia. Il team di architetti e designers capitanati da Adam D. Tihany hanno realizzato degli interni della nave, contraddistinti da arredamenti, illuminazioni, tessuti, accessori, disegnati o di serie appositamente creati per la nuova ammiraglia e tutti rigorosamente “Made in Italy”. Non mancano a bordo di Costa Smeralda ambienti dedicati al divertimento, come il Colosseo con i suoi schermi per spettacoli ad alto contenuto tecnologico oltre a ben 16 ristoranti e un intera zona ristoro dedicato alle famiglie con bambini. 

Con l'ingresso in flotta di Costa Smeralda, il Gruppo Costa raggiunge quota 29 navi in servizio, tutte battenti bandiera italiana.

Image

Altre notizie dal Blog